giovedì 2 maggio 2013

La mia passione per il cavallo


Tutti noi abbiamo delle passioni, delle cose che adoriamo fare è che ci divertono. Quando ero piccola e ho iniziato a fare disegni, c'era un animale che ritraevo molto spesso, talmente spesso che tutti coloro che vedevano la mia creazione pensavano possedessi il dono del disegno.

Il cavallo, è stata fin da quando ero piccola, e lo è tutt'ora, la mia grande passione. Sognavo di cavalcare, ma ho potuto realizzare questo sogno solo a 23 anni. Che peccato!! mi vedevo così bene, vestita con la divisa da amazzone a saltare gli ostacoli più difficoltosi.


Adoro tutto ciò che riguarda i cavalli e l'equitazione, non amo le gare di corsa, prediligo il salto ad ostacoli o il dressage, perché rappresenta la massima abilità nell'addestramento e nella conoscenza di questo animale così regale. 

Quando mi sono iscritta all'Università e sono riuscita a finanziarmi con la prima borsa di studio il primo corso di equitazione, sono partita così entusiasta che il mio istruttore dopo la terza lezione, credendo fossi una veterana, mi ha fatto provare il galoppo.

Il risultato è stato un bel volo con caduta sulla pista: il mio cavallo, a differenza del mio istruttore, aveva capito che non ero così esperta. Senza lamentarmi, mi sono fatta due chilometri a piedi  per tornare a casa, e con un bel mal di schiena ho nascosto ai miei genitori la caduta; avevo paura che mi impedissero di tornare al maneggio. Due giorni di riposo con antidolorifici e la mia avventura è continuata.

Esperienza unica il galoppo in pineta, sulla spiaggia e la passeggiata nel mare. Sono passati molti anni, adesso non è più possibile portare i cavalli sulle spiagge, ma questo ricordo per me è ancora vivo. 

Dopo molti anni di inattività, dovuti allo studio, al lavoro e alla vita personale, ho ripreso l'equitazione questa estate in montagna. Dopo appena due ore, ero già tornata molto più pratica e spigliata nel portare il cavallo e avevo quasi completamente perso il timore. 

Il giorno prima di partire, per tornare a casa ho fatto un escursione a cavallo di quasi quattro ore, salendo una montagna, mi sono resa conto che avevo bisogno di nuove lezioni per poter tornare sicura come lo ero un tempo. 

E' stata comunque un esperienza elettrizzante, fidarsi completamente di un cavallo che metteva gli zoccoli in appena cinquanta centimetri di terreno, evitando di cadere giù dal dirupo, è stato facile e naturale. 


Da circa un mese ho iniziato con grande entusiasmo un corso di equitazione e sta andando veramente bene. Dopo aver ripreso la pratica del trotto adesso sto saltando le prime barriere e non vedo l'ora di tornare al galoppo.

Il cavallo è un animale, molto sensibile, dolce e di una bellezza unica. Ogni cavallo ha un carattere e delle particolarità che lo contraddistinguono l'uno dall'altro. Spazzolarlo, pulirlo, coccolarlo e prepararlo per il lavoro ti mette in condizione di conoscerlo e di farti conoscere. 

Stasera invece di postare una foto di una mia ricetta, mi sono permessa di raccontare qualcosa di me. Si, perché non solo amo cucinare e sperimentare, ma c'è anche qualcos'altro che mi fa emozionare e mi fa sentire viva come non mai.


6 commenti:

  1. Il cavallo lo vediamo quasi sempre in fotografia o nei film, ma dal vero è un animale grande e alto: cadere durante il galoppo non è uno scherzo!
    Cara Maristella, ti invidio proprio: andare a cavallo è stato il mio sogno mai realizzato. Il cavallo è un animale bellissimo come lo è il tuo sauro con palla di neve bevente in bianco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea, abbiamo un amore in comune allora!!! il cavallo purtroppo non è mio è della scuola di equitazione...peccato mi sarebbe piaicuto averne uno...buona giornata

      Elimina
  2. MA CHE BELLA SEI!!!!!!!!!!IO ADORO I CAVALLI MA NON HO MAI PROVATO A SALIRCI....DEVE ESSERE UN'ESPERIENZA SPLENDIDA.....UN BACINO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao stefy si è è veramente bello...per me una vera passione

      Elimina
  3. Che cosa bella! Io sono salita in sella un'unica volta intorno ai 16 anni, quando accompagnai un'amica al suo corso di equitazione e alla fine della lezione chiesi all'istruttore se potevo provare giusto così, per vedere come si stava lassù... Feci un giretto, con l'istruttore che teneva il cavallo per le briglie. Ricordo che fu bello, ma avevo un pò timore.
    Forse se avessi continuato...va beh, è andata così!
    I cavalli ad ogni modo sono tra gli animali che preferisco in assoluto, intelligenti, eleganti, bellissimi.
    Grazie di aver condiviso un pezzetto di te, oltre alle tue ricette: è un post che mi è piaciuto tanto, questo qui!

    Un abbraccio e buon weekend :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maris sono contenta che il mio post ti sia piaicuto...anche sui cavalli siamo sulla stessa lunghezza d'onda...peccato che non hai continuato...il timore è normale...anzi se non ce l'hai devi preoccuparti perchè non sarai attenta a ciò che potrà fare il tuo amico..Sei speciale sempre presente grazie tante

      Elimina